FOTO_261Roma 15 dicembre 2016: si è tenuta presso la sede dell’ICRCPAL in via Milano, la Cerimonia di consegna dell’Attestato di Validazione dell’utilizzo della carta coreana Hanji per il restauro dei beni archivistici e librari.

Per l’occasione, è stata mostrata la storica Chartula di San Francesco (1224) per il cui restauro è stata appunto utilizzata la carta Hanji.

Easy Diplomacy ha lavorato con impegno e passione per contribuire al successo dell’evento: dagli allestimenti al catering, al materiale grafico. E’ stato per noi un onore e un piacere  e ringraziamo l’Ambasciata della Repubblica di Corea per la fiducia accordataci e la straordinaria collaborazione tra le parti.

Di seguito il comunicato stampa ufficiale della Cerimonia, che riassume i temi principali di discussione.

Roma 15 dicembre 2016: HANJI. La Carta Coreana nel Restauro.

L’istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Libraio ha organizzato per il prossimo 15 dicembre la Cerimonia per la Consegna del Certificato di Validazione delle carte Hanji (Uiryeong Shinhyeonse Traditional Hanji 1 e Uireyeong Shinhyeonse Traditional Hanji 2) utilizzate nel restauro dei beni archivistici e librari.

I laboratori scientifici dello ICRCPAL hanno già analizzato differenti tipi di carte (Uireyeong Hanji) fornite gentilmente dall’Ambasciata della Repubblica di Corea a seguito del Protocollo d’intesa firmato in data 29/07/2016 (prot. ICRCPAL n. 1324 cl 37.04.07/21)

Relativamente alle due carte fornite (Uiryeong Shinhyeonse Traditional Hanji 1 e Uireyeong Shinhyeonse Traditional Hanji 2) è stata presentata una relazione sulle analisi effettuate e sui loro risultati, durante un incontro bilaterale.

Le carte Hanji selezionate sono infatti state sottoposte ad accurate analisi chimiche, fisiche, tecnologiche e di resistenza da attacco biologico, effettuate prima e dopo l’invecchiamento artificiale dei campioni, mostrando carte di buona qualità.

Le carte Hanji sono state testate anche dal Laboratorio di Restauro e successivamente utilizzate su alcuni importanti documenti:

  • Chartula di San Francesco (1224) conservata nella Chiesta inferiore della Basilica di S. Francesco ad Assisi, donata dal Santo a Frate Leone, suo segretario confidente e confessore;
  • Codex Purpureus Rossanensis (VI secolo) vangelo conservato presso il Museo Diocesano di Rossano Calabro, dichiarato patrimonio dell’UNESCO nel 2015 ed inserito tra i 47 nuovi documenti del Registro della memoria mondiale;
  • Stemmario dell’Archivio Storico del Comune di Cagliari (XVI – XVII secolo);
  • Volume musicale 243 della Biblioteca Casanatese di Roma (1724).

Tale validazione contribuisce ad allargare il numero delle carte di qualità che è possibile utilizzare nel campo del restauro del Patrimonio Archivistico e Libraio nazionale e internazionale.

Si tratta di un importante passo verso una proficua collaborazione fra l’Italia e la Repubblica di Corea.

 

VEDI TUTTE LE FOTO DELL’EVENTO >>>